ostuni.com - '98
Vai ai contenuti

Menu principale:

ITINERARI ARTISTICI
Chiesa di San Vito Martire
Edificata tra il 1750 e il 1753 per volontà del vescovo Francesco antonio Scoppa, presenta la facciata in stile rocaille con portale sormontato dalle insegne dello stesso scoppa e, al disopra della nicchia, dell'Ordine Carmelitano; il monastero si edifica tra il 1710 e il 1730, per volontà del vescovo Cono Luchino del Verme dietro la donazione elargita, nel 1710, dal sacerdote Giovanni Battista de Benedictis.
L'imponenza di questa struttura architettonica trova all'interno un nudo paramento murario delle pareti tinteggiate a calce; la zona absidale presenta un imponente altare di pietra vivacemente colorata, al disopra del quale si eleva una monumentale cornice grigia lavorata a stucco che originariamente conteneva la tela di San Vito Martire del 1753 di Mattia de Mare, ora in deposito presso il museo. Il coro maggiore, come le finestrelle che si aprono nella parte alta dell'aula, è mascherato da gelosie, grate lignee dalle flessuose linee bombate. Il coro minore, posto a destra dell'ingresso, è occupato dall'organo a mantice realizzato nel 1764 da Michele Sanarica; interessante è il pulpito settecentesco suddiviso in pannelli con scene paesaggistiche.
© 2017 Copyright Ostuni.com - P. Iva: 01759350745
Tutti i diritti riservati. | partners | credits
Torna ai contenuti | Torna al menu